Rokroh

Città di frontiera e centro di commercio

Rokroh è una città fondata sul sito di una grande battaglia tra le forze elfiche e quelle umane. Questo sito è posto su questo luogo a sigillo della pace che da allora regna tra le due nazioni. Rokrok è tappa obbligata della strada da Erth’Anyn alla capitale del regno di Yalthien.

Rokroh è divisa equamente tra umani ed elfi, ma sono presenti molte altre razze: dagli halfling che sfruttano il grande fervore commerciale per fare quanti più soldi possibile, ai nani mercanti che si spingono fin qui per trovare leggi un po’ più lasche sul commercio, agli gnomi che hanno creato una potente gilda di banchieri che controlla molte cose in città. In generale Rokroh è una località piena di movimento e di vita, nella quale le fortune possono girare da un momento all’altro.

Geografia

Rokroh è divisa a metà dal fiume Sayn, che scorre dalle grandi montagne sotto le quali si dice abitino i Drow, ed è strutturata attorno a questo fiume. Esso è molto profondo, il che ha permesso agli abitanti di Rokroh di costruire delle case sorrette da travi di legno nell’ultima parte, in cui sporgono sul fiume – delle mezze palafitte. Al di sotto di queste palafitte i mercanti possono ospitare le loro barche, alle quali accedono direttamente da dentro casa. Molti mercanti tengono negozi aperti sia sul lato della strada sia sul lato del fiume, tante sono le imbarcazioni che arrivano in questa città per commerciare (il porto è situato a nord, per costringere tutte le barche ad oltrepassare tutta la città prima di approdare). I pochi ponti sono in movimento costante a causa del flusso di navi, per cui i ponti si sollevano e si riabbassano di continuo. Nonostante la divisione geografica netta, la popolazione non è razzialmente segregata, anzi: la popolazione è molto unita da quel punto di vista. La gente principalmente si divide dal punto di vista politico, ed i conflitti sono molto violenti talvolta, ma il buonsenso generale (o la gilda dei banchieri) prende sempre il sopravvento alla fine.

Il centro cittadino è un dedalo di stradine che ritornano su sé stesse – questo con il preciso scopo di far perdere la gente negli innumerevoli mercati e negozi che affollano il centro. Usciti dal ventre della città ci sono alcune grandi piazze dove i mercanti possono far riposare e rifocillare (ad un prezzo) le carovane. Le zone limitrofe sono coltivate con piante resistenti e dall’alto rendimento nutrizionale, dato il clima un po’ duro, in modo da ottenere il massimo risultato anche in condizioni di difficoltà. Come risultato, le campagne non sono molto estese e ci sono diverse aree boschive nella zona, nelle quali è possibile trovare cacciagione in abbondanza.

Politica

“Ogni giorno un nuovo partito” è il motto di molte persone: infatti, la politica di Rokroh è caratterizzata da una grande e mutevole pluralità.

Rokroh

Misteri dell'Anmer Mucco Mucco