Misteri dell'Anmer

Un mese movimentato

E’ da molto che non scrivo sul diario, finalmente ora, seduto comodo sul corpo di Paradophus riesco a trovare il tempo e la calma per scrivere ciò che è accaduto ultimamente. Dopo aver creato i miei potenti draghi bianchi andiamo verso la tana del drago d’argento. Uccidiamo un pò di nani e ci imbattiamo in un banchetto in una bella sala. Un mago epico ci saluta e con un epic teleport prende tutti e li teletrasporta via. Camminiamo un pò e ci imbattiamo nel drago. Io immediatamente evoco un muro di ossa, Memnoch una nebbia solida e lo psion va in triplo Kaioken come al solito bruciando quasi tutti i suoi punti potere. Prima che io possa cominciare a divertirmi col cadavere del drago questo viene teletrasportato via. Che palle.

Proseguiamo per un pò e andiamo in una serra. Ai piedi di un baobab troviamo una botola fatta di un materiale indistruttibile. Entriamo e ci troviamo a combattere delle rane giganti con tre braccia e una mandibola gigante che scavano nella terra. Morti. Dopo di che combattiamo con due beholder. L’incontro è duro, e un mio drago viene disintegrato. Sono triste. In compenso ho infilato una ciste necrotica dentro a uno dei beholder che sono riuscito a mandare in coma grazie ai miei preziosi allip evocati. Lo pongo sotto dominazione e portiamo il tesoro del drago al piano di sopra.

“Ethrick, scusa se ho speso soldi per una pergamena di Inviare, c’è una folla inferocita fuori dalla porta e presto entreranno e metteranno a fuoco la casa,
con affetto,
Bae”

“Merda. Paradophus.”

Non perdiamo tempo, faccio venire tutti con me tranne Memnoch e i miei draghi. Darei la mia mano sinistra perchè arrivi al termine questa giornata. Arrivo in casa e c’è silenzio.

“It’s a trap” diceva un certo calamaro antropomorfo marshal.

In effetti è una trappola di quel lich fallito. Tuttavia non mi spiego come abbia fatto a essere ancora vivo… Memnoch aveva identificato il filatterio e lo avevamo distrutto. E’ molto evidente che ci sbagliavamo.

“Ora ti uccido bastardo” dice lui, dopo di che un globo magico appare intorno a lui. Un Uxalt esce fuori, la mia Bae e la moglie di Paradophus putrefatta sono legate e imbavagliate in un angolo. Inizia il combattimento!

Non sapendo cos’è quel globo decido che è saggio far in modo di tirar fuori il lich, perciò evoco una colonna di ghiaccio grande quanto quella cosa e spiaccico il lich sul soffitto come una zanzara. Lui squiscia fuori, è sotto l’effetto di Libertà di Movimento lo stronzo.

Faccio in tempo a controllare l’Uxalt che si mette in un angolo a fare pippe mentre Anub’Arak lo elimina e lo psion si fa un sacco di seghe con i suoi 10 punti potere rimanenti. Il peggio è passato, libero le mie domestiche e chiudo in gabbia l’Uxalt, lo studierò per capire come si crea e ne spammerò qualcuno in giro un giorno.

Il giorno seguente torna Memnoch con i miei draghi e il beholder in coma. Lo curiamo un pò e lo teniamo in casa come maggiordomo per ora, più tardi lo userò per creare tunnel e altre cose utili per la costruzione della mia città.

A questo punto arrivano un po’ di letterine: la draga che mi ha ucciso chiede a Memnoch di liberare suo nonno dalla città dei nani, un mindflayer contatta lo psion per andare a cercare il filatterio del tipo, che era suo minion.

Decidiamo di andare a prendere il filatterio. Viaggiamo un po’ e arriviamo a un villaggio marittimo. Entriamo e sono tutti spaventati, tutti cazzeggiano e io mi scogliono, perciò per una volta mi comporterò come i Chaotic Stupid e creo una wight, il giorno seguente c’è una wight apocalipse che invece di essere ordinata e precisa come lo sono di solito i wight diventa un’orgia chaotic stupid dove tutti si mangiano fra di loro senza motivo perchè al master non piaceva.

Anub’Arak trova una mappa che dice che c’è una città sotto l’oceano dove è custodito il filatterio. Andiamo ma qualcuno ha problemi a respirare perchè è vivo. Di conseguenza dobbiamo trovare un artefatto random che ci fa fare quello che ci serve. Andiamo nella grotta dove si dice che sia e ci troviamo contro delle zanzare giganti fatte di carne putrida che vivono nella carne e nuotano nella carne facendo puff e cercando di ucciderti. Lo psion ha capito che non deve andare nova, perciò usa poteri che fanno pochi danni ma costano poco, ma non solo: si sente rambo, perciò in prima fila cerca di spaccare il culo a queste zanzare. Al secondo attacco completo muore.

Lo contatto e scopro che lui vuole una resurrezione pura. Perciò porto il signorino dalla capra, come la chiama Anub’Arak e la cara Rayanizah lo tira su senza battere ciglio. Scopriamo che le zanzare non si sa come ma fanno danni a saggezza, i miei draghi ne sono affetti, come anche Memnoch, non che cambi granchè. Decidiamo di risparmiare soldi e di andare dai nani per capire la situazione, nel frattempo guariranno.

I danni alla saggezza li ha beccati Memnoch, ma sembra che lo psion ne stia subendo le conseguenze. Alla frontiera fa lo sborone e si fa nemici tutti i nani, che all’inizio lo vogliono arrestare, poi però dopo un pò di discussioni chiedono che ci facciamo dare tipo il benestare di un paio di clan.

Andiamo e chiediamo la quest di turno al tizio nano random, che ci dice che un gruppo di nani sono stati catturati da dei costrutti. Andiamo al punto e combattiamo contro questi costrutti che non solo sono immuni a quasi tutte le nostre abilità (tranne quelle dello psion) ma fanno delle cose strane tipo caricare in mezzo a muri di ghiaccio per far andare a -20 Memnoch. Li uccidiamo tuttavia e loottiamo.

Un gas uccide tutti gli schiavi nani, noi prendiamo quelli che sembrano i capi e poi nel mucchio trovo una lettera intestata a me. “Vieni qua e vediamo di cosa sei capace” attaccata a una sbarra di metallo nero con due punte. Lo riconosco come un focus per Spostamento Planare. Per ora decido di ignorarlo, dobbiamo parlare col capo dei nani, e per far questo ci serve il benestare di tre ufficiali nani. Di uno l’abbiamo, ce ne mancano altri due.

Andiamo da un secondo nano random official che ci dice che c’è un cimitero dove spuntano non morti ogni tot e vanno a spasso. Vogliono che io metta fine a questa creazione spontanea. A me non importa tanto, perciò ci vado.

Facciamo molte divinazioni per sapere se ci stanno tendendo trappole o altro, niente. Andiamo e troviamo degli scheletrini che escono dalla terra e vanno verso la montagna. Ci sono tre baracche che scopriamo piene di mosche luccicanti che uccidono i non morti. Ci danneggiano gravemente, ma li uccidiamo tutti. Poi dal cielo arrivano degli Avoral che fanno one shot one kill sui miei minion. Io faccio una nebbia acida, delle onde di esaurimento e mi nascondo dentro mentre spero che gli altri risolvano la situazione. Memnoch si rivela inutile, lo psion riesce a eliminarli con l’aiuto del suo coraggioso psicocristallo d20 system.

Arriva una pixie rompicoglioni che lo psion fredda velocemente.

Non è finita tuttavia, perchè esce un necropolitano dalla terra con uno spadone e ci dice di scendere. Io dico no e lui mi carica volando. Mi uccide quasi, io mi curo e scappo. Da un angolo esce un Deva, e dall’altro Paradophus. Questa volta sembra convinto di ucciderci. In una manciata di secondi si risolve tutto: Memnoch si trasforma in una cosa gigantesca piena di tentacoli e steli oculari, spara in faccia a Paradophus un Dispell diretto a lui togliendogli quasi tutti i buffer. Anub’Arak ferisce a morte il Deva e lo psion elimina il paladino necropolitano e da il colpo di grazia al Deva mentre i miei draghi caricano tutti Paradophus uccidendolo.

Questa volta abbiamo rischiato grosso: questi erano super bufferati, preparati contro le nostre capacità e solo l’intervento di Memnoch ci ha salvato, perchè lo psion attualmente è a 10 punti potere e non è andato nova, Anub’Arak sarebbe esploso se Paradophus avesse lanciato Parola Sacra e io… beh erano tutti esterni buoni o simili specializzati a uccidere i non morti.

Ringrazio Memnoch, ma lui di rimando mi dice che ha chiuso: con noi se andiamo avanti così lui rischia la morte, si sente inutile e depresso, perciò cambierà probabilmente identità e si infiltrerà dai nani, lasciando per sempre il nostro gruppo. A me dispiace molto del suo distacco. Dopo che Orgoth se ne è andato mi era rimasto solo lui come amico, con Revius non avevo lo stesso legame di amicizia e fiducia che avevo e che ho con lui. Mi dispiace di essere stato rompicoglioni con lui per la sua mania di fare casino, ma so che anche se lo avessi lasciato divertire probabilmente sarebbe finita così comunque. Gli stringo la mano con la speranza di rivederlo un giorno, quando tutto si sarà calmato e nessuno vorrà più ucciderci.

Mentre lui sistema le sue cose e scambia due parole con gli altri io mi siedo su Paradophus e scrivo questa nota sul diario. Credo che uno dei miei primi obiettivi sarà di scoprire come ha fatto il bastardo a ritornare in vita e farsi tutta questa sgherra di minions e come mai le mie divinazioni non hanno funzionato con lui.

Mi rigiro fra le mani il focus… spero di trovare risposte a tutte le domande che si stanno accumulando dati gli eventi nefasti.

Comments

Mucco Erevar

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.